ATTESTAZIONI ARCA | Rilasciato il primo attestato Involucro ARCA in Italia
21411
post-template-default,single,single-post,postid-21411,single-format-standard,cookies-not-set,stockholm-core-1.0.3,select-theme-ver-5.1.5,ajax_fade,page_not_loaded,fs-menu-animation-underline,popup-menu-fade,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_non_responsive

ATTESTAZIONI ARCA | Rilasciato il primo attestato Involucro ARCA in Italia

ATTESTAZIONI ARCA | Rilasciato il primo attestato Involucro ARCA in Italia

E’ nel Comune di Sanzeno (TN) il primo edificio al grezzo avanzato ad ottenere l’Attestazione Involucro ARCA. Cura nei dettagli, qualità progettuale e di posa hanno portato l’Azienda Nordhaus a questo prestigioso riconoscimento.

Il primo edificio a ricevere questo importante riconoscimento appartiene all’azienda Nordhaus. Si tratta di un’abitazione privata ubicata in località Sanzeno, in provincia di Trento. Il progetto si caratterizza per l’attenzione assoluta a sostenibilità ed efficienza energetica: dalla qualità dei materiali scelti, a basso impatto e a Km 0, il legno utilizzato proviene tutto dai boschi del trentino, all’elasticità delle strutture, dalle finiture naturali ai sistemi di isolamento e di ventilazione.

La villa presenta un particolare piano superiore sfalsato e parzialmente ruotato.

Ogni dettaglio dell’edificio è stato studiato per portare l’efficienza di questa abitazione ai massimi livelli. Le pareti verticali esterne sono realizzate da Nordhaus mediante pannelli di legno di abete massiccio a 5 strati, del tipo X-Lam, nello spessore di circa 100 mm, assemblate in azienda e portate in cantiere pronte per la posa. Il cappotto esterno è realizzato in lana minerale, tramite due pannelli rigidi di spessore 8+8, ad alta densità, posti in opera in modo continuo sulla parete; il cappotto è poi stato rivestito con intonaco sottile (spessore 0.5 mm), realizzato coi pannelli isolanti con una mano di rasatura in malta collante e interposta una rete di fibra di vetro. Anche in copertura vi è un sistema isolante in lana minerale da 20 cm con una resistenza alla compressione di 50kPA. L’orditura principale è in legno lamellare d’abete con lamelle incollate da 40 mm ed è costituita da colmi, compluvi e banchine. L’orditura secondaria in abete bilama è costituita da puntoni posati ad un interasse di circa 80 cm e le gronde sono di tipo esile. Finestre e porta-finestre sono in PVC con chiusura sui quattro lati e vetrocamera isolante. I davanzali interni sono stati realizzati in legno di larice e lasciati nella tinta naturale.

 

Per info: https://www.nordhaus.it/