VILLA CASTELBELFORTE
28948
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-28948,stockholm-core-2.3,select-theme-ver-8.9,ajax_fade,page_not_loaded,fs-menu-animation-underline,popup-menu-fade,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive

VILLA CASTELBELFORTE

Villa in paglia a Castelbelforte

Una nuova villa, che richiama in scala minore le tipiche corti mantovane, si contraddistingue per il suo sistema costruttivo in legno e paglia. Dopo il sisma del 2012 in Emilia, il committente si era ripromesso, se avesse dovuto costruire una nuova casa, di realizzarla in legno con strutture già concettualmente resistenti al sisma, mentre la paglia è frutto di una visita in un agriturismo costruito con questo materiale dove comfort, acustica e vivibilità erano ottimali.

 

La casa poggia la struttura in legno a telaio, coibentato in balle di paglia pressate e con marchiatura CE, su una fondazione in cls a platea calda con isolamento in vetro cellulare e cordoli prefabbricati in cemento armato, isolati a loro volta con EPS così da separare nettamente gli elementi lignei dal piano di campagna esterno. La copertura è in cassoni strutturali prefabbricati in legno lamellare e coibentati in paglia.

 

Per la casa sono stati tagliati 4.311 pezzi di legno e assemblate 1.500 balle di paglia; 5 sono i giorni impiegati per trasportare i moduli delle pareti e del tetto in cantiere e montare l’intera struttura; 7 giorni invece sono serviti per completare la copertura in tegole, le lattonerie e i fissaggi strutturali e 10 i giorni per posare il tamponamento interno ed esterno in canna palustre e il soffitto in legno.

 

Team di progetto: ing. Emanuele Fornalè (Strutture); arch. Linda Comerlati (Esecutivo); arch. Miriam Repossi (Progettazione carpenteria); Günther Gantioler (Consulente energetico)

 

 

 

arca-silver
regione

Lombardia

committente

Samuele Gazzani

costruttore
progettista